LA Radio del Regno
classical radio
Radio Pink Floyd

Ottobre 2017
LunMarMerGioVenSabDom
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031     

Calendario Calendario

Ultimi argomenti
» Al BAR del Regno
Gio 14 Set 2017 - 15:40 Da telemaco

» La Stanza della Musica
Mer 13 Gen 2016 - 10:02 Da rextiffany

» Message Board
Dom 21 Giu 2015 - 6:48 Da telemaco

» Best Videos - I migliori videoclip di sempre
Mer 7 Gen 2015 - 9:03 Da QueenMillennia

» Gattilicious =^.^=
Mer 3 Dic 2014 - 11:36 Da rextiffany

» Al BAR del Regno
Mar 23 Set 2014 - 20:24 Da mariomorelli

» L'angolo della poesia
Mer 30 Lug 2014 - 8:25 Da varanasy

» Rock in Roma 2014
Dom 20 Lug 2014 - 18:52 Da QueenMillennia

» Drinks, liquori, cocktails
Mer 25 Giu 2014 - 10:12 Da rextiffany

Visitatori

Meteo

Ah, la scienza, la scienza

Pagina 5 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Ah, la scienza, la scienza

Messaggio Da varanasy il Mer 27 Lug 2011 - 10:27

http://www.stampalibera.com/?p=28978#more-28978



Vaccino papilloma virus,
primi effetti collaterali in Francia



Fonte: informarexresistere.fr

Prime richieste di indennizzo per gli effetti collaterali prodotti dal vaccino Gardasil contro il papilloma virus in Francia.

Si tratta della triste storia di due giovani del sud del Paese, che le madri – convinte dalla campagna pro-vaccinale diffusa in Francia – hanno deciso di sottoporre alle tre iniezioni per la copertura contro il virus responsabile del cancro del collo dell’utero.

I primi, gravi sintomi post vaccinali subito dopo l’iniezione per Laura Agnès – 16 anni – e Laetitia Celli – 20 anni.

Laura si sottopone alla prima iniezione nel 2009, all’età di 14 anni,
per volontà della madre, preoccupata per i dati forniti dalla campagna
vaccinale televisiva.

I primi formicolii, con paralisi della gamba sinistra, a qualche mese dalla prima dose.

Alla seconda dose è il gomito a esser colpito, tanto che in ospedale si sospetta che la ragazza manifesti una malattia genetica.

Nel 2010 terza iniezione, ospedalizzazione e diagnosi di poliradiculonevrite
(infiammazione del sistema nervoso periferico, n.d.r.), che di certo
tranquillizza rispetto all’ipotesi precedente, ma non alleggerisce la
gravità degli effetti prodotti dal vaccino.

Per Laetitia storia analoga: primi sintomi appena dopo la
prima dose – nausea, vomito, febbre, vertigini – che si accentuano con
la seconda iniezione. “Pugnalate nel ventre”, afferma la ragazza, con
dolori, vertigini e vomito. La terza dose peggiora ulteriormente il
quadro: Laetitia sta male continuamente, tanto da non poter più
frequentare la scuola.


I medici delle strutture sanitarie alle quali le famiglie si
rivolgono non credono al legame diretto tra vaccino antipapilloma virus e
sintomi. Tuttavia i genitori delle due ragazze rivolgono domanda di
indennizzo al CRCI di Lione (commissione regionale di conciliazione e
indennizzo per gli incidenti medici).

Da parte sua, Sanofi Pasteur MDS – produttore del vaccino Gardasil –
chiede di rivolgersi all’autorità francese preposta alla sicurezza dei
farmaci (Afssaps) che ad oggi ha raccolto 1700 notifiche riguardanti il
vaccino.

Denunce, riferisce Sanofi, che illustrano semplici rialzi febbrili a
seguito della prima dose di vaccino, ed effetti collaterali gravi in
proporzioni simili a quelle di un qualsiasi altro vaccino.

Le due giovani vittime del Gardasil dovranno attendere l’esito delle
valutazioni che mettano in relazione diretta i loro sintomi (nel caso di
Laura la diagnosi di poliradiculonevrite) con le tre dosi di farmaco.

Una relazione che – ad oggi – nessun medico ha ancora
stabilito, sebbene il centro di vigilanza del farmaco di Grenoble abbia
consigliato – in seguito al caso di Laura - di non sottoporsi alla
terza dose di Gardasil.


Qui trovi l’articolo originale di LeMonde.fr.
avatar
varanasy

Messaggi : 1553
Data d'iscrizione : 03.03.11
Età : 42
Località : Toscana

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ah, la scienza, la scienza

Messaggio Da QueenMillennia il Mer 27 Lug 2011 - 11:06

allora...

qui bisogna fare una premessa importante, ma che non deve generare allarmismo.

TUTTI i vaccini del mondo, ma proprio tutti, dal vaiolo all'influenza, passando per il tetano e l'epatite B, possono causare shock anafilattico e polinevriti, tra cui la temuta sindrome paralizzante di Guillain-Barré (http://it.wikipedia.org/wiki/Sindrome_di_Guillain-Barr%C3%A9)

Su tutti i foglietti informativi c'è scritto che esiste questa possibilità, anche se i casi segnalati sono pochissimi, infinitesimali, su milioni di vaccinazioni effettuate.

Il rischio 0, purtroppo, non esiste. Capisco che per quell'unico caso che dovesse verificarsi sarebbe una indubbia tragedia, ma alcune vaccinazioni possono salvare la vita, ad esempio quella antitetanica, per cui vale la pena correre un piccolo rischio a fronte di un grosso vantaggio (parlando in termini statistici, ma non solo).

Non bisogna generalizzare. L'utilità delle vaccinazioni va valutata caso per caso.

Io, come molti altri medici, ho ricevuto un richiamo da parte dell'Ordine per aver disincentivato la vaccinazione per l'H1N1, sostenendo che, a meno che non si rientri in particolari categorie a rischio, quali pneuopatici e cardiopatici, prendersi l'influenza fa bene, perché rinforza il sistema immunitario in modo naturale e specifico.

Riguardo al papilloma ci sono altre vie di prevenzione: rapporti sessuali protetti e Pap test regolari. I giovani devono sapere a cosa vanno incontro con rapporti non protetti e promiscui e devono capire che non possono utilizzare un vaccino o gli ormoni abortivi come rimedio per i comportamenti scorretti.

_________________
°QueenMillenni
avatar
QueenMillennia
Admin

Messaggi : 3935
Data d'iscrizione : 31.01.11
Età : 40
Località : Roma

http://queenmillennias.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ah, la scienza, la scienza

Messaggio Da QueenMillennia il Mer 27 Lug 2011 - 11:13

a proposito degli scenari da fantascienza sul controllo delle menti...


_________________
°QueenMillenni
avatar
QueenMillennia
Admin

Messaggi : 3935
Data d'iscrizione : 31.01.11
Età : 40
Località : Roma

http://queenmillennias.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ah, la scienza, la scienza

Messaggio Da varanasy il Mar 2 Ago 2011 - 10:33

http://www.stampalibera.com/?p=29263#more-29263



L’osservazione è la
chiave della meditazione





1 agosto 2011 | Autore Laura Callegaro




La meditazione è solo una tecnica per raggiungere lo stato dell’estasi, lo stato di ebbrezza divina. E’ una tecnica semplice, ma la mente
la rende molto complicata. La mente deve renderla molto complicata e
difficile, in quanto le due realtà non possono coesistere. La
meditazione è la morte della mente; naturalmente, la mente si oppone ad
ogni sforzo teso verso la meditazione. L’osservazione è
la chiave della meditazione. Osserva la tua mente. Non fare nulla.
Limitati a osservare qualsiasi cosa faccia la mente. Non disturbarla,
non prevenirla, non reprimerla; non fare assolutamente niente in prima
persona. Limitati a essere un osservatore. E il miracolo dell’osservare, è meditazione.

Allorché ti limiti a osservare, pian piano la mente si svuota di
pensieri. Ma non ti addormenti, al contrario divieni più sveglio, più consapevole.
E con lo svuotarsi della mente, la tua energia diviene una fiamma di
risveglio. Allorché la mente è assolutamente assente – se n’è andata del
tutto, e non la riesci più a trovare da nessuna parte – per la prima
volta, diventi consapevole di te stesso, perché la stessa energia che
era assorbita dalla mente, non trovandola più, si ribalta su se stessa.

Grazie all’osservazione, la mente e i pensieri scompaiono. E il
momento più estatico, si ha quando ti ritrovi pienamente all’erta, senza
che esista in te un singolo pensiero… ma solo il cielo silente del tuo
essere interiore.

Questo è il momento in cui l’energia si volge all’interno: questa
inversione è improvvisa, è repentina! E quando l’energia si volge
all’interno, porta con sé una gioia infinita. Quando la meditazione
ritorna alla propria sorgente, esplode in una gioia immensa. Questa
gioia, nel suo stadio supremo, è illuminazione.


Osho
avatar
varanasy

Messaggi : 1553
Data d'iscrizione : 03.03.11
Età : 42
Località : Toscana

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ah, la scienza, la scienza

Messaggio Da varanasy il Mer 3 Ago 2011 - 9:28

http://www.stampalibera.com/?p=29291#more-29291

Possiamo prevedere il futuro? Ulteriori informazioni sull’esperimento di Princeton

2 agosto 2011 | Autore Laura Callegaro



Fonte: AltroGiornale.org * Link

Nei
sotterranei d’una polverosa libreria di Edinburgo, giace una scatoletta
nera non più grande di due pacchetti di sigarette affiancati, che
sforna continuamente numeri a caso.

A prima vista sembra uno strumento molto banale, una scatola
metallica che contiene un microchip di quelli che si trovano nei
calcolatori tascabili, ma secondo gli scienziati, avrebbe straordinari
poteri: sarebbe “l’occhio” d’una macchina in grado di sbirciare nel
futuro! Pare infatti che l’apparecchio abbia percepito i fatti dell’11
Settembre 2001 ben 4 ore prima che avvenissero.
Il fatto si é ripetuto altre volte, compreso lo scorso 26 Dicembre,
quando l’apparecchio ha segnalato lo tsunami nell’Oceano Indiano,
stavolta con un anticipo di 24 ore. A questo punto anche gli scettici
devono ammettere che c’é qualcosa di strano in questo dispositivo che,
lo ricordiamo ai lettori, non fa altro che “lanciare una monetina”,
milioni di volte al minuto, fornendo il risultato, testa o croce,
rappresentato da zero e da uno su un grafico.

Teoricamente per ogni cento “lanci” non dovremmo discostarci da 50
“testa” e 50 “croce”, ma prima del verificarsi dei suaccennati eventi
catastrofici, i dati erano totalmente diversi da quanto ci si potesse
attendere. “E’ un fatto sconvolgente,” ha dichiarato il Dr. Roger
Nelson, ricercatore emerito dell’Università di Princeton e capo del
Global Consciousness Project (GCP), ” per ora brancoliamo nel buio.”

Lo scopo della ricerca é scoprire se esista o meno un collegamento inconscio dell’umanità ad una “mente collettiva”, quella che gli Spiritualisti chiamano “Akashic Records“.
I dati fin’ora raccolti dimostrerebbero non solo questo fatto, già di
per sè sconvolgente, ma addirittura che l’apparecchio potrebbe predire il futuro!
Da ciò ne é conseguito che ben 75 Scienziati di diverse discipline e
provenienti da tutto il mondo (41 Nazioni), si sono recati a Princeton
per prendere parte allo studio, che é al momento il più lungo mai
condotto sul paranormale. Studi di questo tipo normalmente si
“sgonfiano” col passare del tempo, ma cio’ non é avvenuto col GCP (che é
iniziato nel ’74), il problema é semmai interpretarne i risultati.

Il primo ad indagare sui fenomeni paranormali con rigore scientifico,
é stato il Professor Robert Jahn ed é sua l’idea del generatore di
numeri casuali. Nei primi tempi della ricerca, egli si recava in mezzo
alla strada, chiedendo ai passanti di concentrarsi sul suo “BlackBox”.
In seguito si rivolse a gruppi di meditazione, ottenendo sempre gli
stessi sconvolgenti risultati: l’apparecchio alterava la corretta
sequenza di generazione dei numeri casuali e la linea del grafico che ne
risultava, si discostava notevolmente da quella totalmente piatta che
ci si aspettava di vedere, come se vi fosse stata una qualche misteriosa
interferenza esterna a falsare il ritmo dei “lanci”!

Nei decenni successivi, grazie allo sviluppo di Internet, piu’
Istituti di ricerca si sono collegati fra loro, fino ad avere in
funzione più di 40 generatori sparsi per tutto il pianeta. A tutt’oggi,
gli “Eggs” (uova, il soprannome dato alle scatole nere) sono arrivati a
ben 65 unità, sparsi in ben 41 nazioni e collegati giorno e notte via
Internet. Oltre agli eventi succitati, sono stati rilevati il
bombardamento della NATO sulla Jugoslavia e l’affondamento del
sottomarino Russo Kursk.

Naturalmente la tragedia delle Twin Towers é il “pezzo forte” di
questa strana ricerca ai confini della Scienza, dato che il rilevamento é
avvenuto 4 ore prima degli eventi e non durante l’attacco, lasciando
gli Scienziati ancora più sconcertati. Essi, per quattro ore, intuirono
che qualcosa di terribile stava per accadere, ma non sapevano né dove,
né quando. La stessa situazione si é ripetuta il 26 Dicembre scorso,
questa volta con un “preavviso” salito ad addirittura 24 ore! Gli
scettici si difendono debolmente, affermando che c’é sempre qualche
grosso evento drammatico nel mondo e che le rilevazioni potrebbero
essere puramente casuali, ma – purtroppo per loro – questa possibilità é
pari ad una contro un milione….. !

Gli Scienziati che partecipano a questa interessante ricerca non si
sbilanciano troppo, per paura del ridicolo, ove si trovasse una
spiegazione più “terrena”, e si limitano a dire che il fenomeno é
interessante e merita ulteriori approfondimenti. “Ci é stato insegnato
che siamo individui e che dobbiamo esistere come tali in una società, ma
questo non é vero” ha detto il Dr. Nelson, che continua: “Forse siamo
tutti connessi l’un l’altro e molto più intimamente di quanto sappiamo.”
Lasciamo ai nostri lettori il giudizio finale e personale su queste
conclusioni che non ci sentiamo di criticare, perché in linea col nostro
modo di pensare da “scettici aperti ad ogni possibile spiegazione”.

Sul sito, abbiamo inserito un INDICATORE DI COERENZA DELLA COSCIENZA GLOBALE, lo trovate nella colonna destra del Portale.

Blù Anti-coerenza, le coscienze sono molto separate
Azzurro Poca Anti-coerenza
Verde Distribuzione normale del pensiero
Giallo Debole coerenza
Arancio Forte coerenza
Rosso Fortissima coerenza, in un tempo relativamente ravvicinato possono verificarsi forti eventi nel mondo

Possono, inoltre, apparire colori sfumati tra uno e l’altro a seconda dei dati raccolti dal server.
Vedi anche:
Fonte:
avatar
varanasy

Messaggi : 1553
Data d'iscrizione : 03.03.11
Età : 42
Località : Toscana

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ah, la scienza, la scienza

Messaggio Da gelese il Ven 12 Ago 2011 - 19:39

vi state sbizzarrendo...
troppo avanguardisti però, io suggerisco pillole di scienza più concreta. é bello ciò che è più facilmente sperimentabile

http://staibene.libero.it/libero_articolo_cornice.asp?id=226209&newarc=1&AREA=psiche
avatar
gelese

Messaggi : 465
Data d'iscrizione : 31.01.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ah, la scienza, la scienza

Messaggio Da varanasy il Lun 22 Ago 2011 - 9:33

io continuo con l'avanguardia...

http://www.stampalibera.com/?p=29994#more-29994
avatar
varanasy

Messaggi : 1553
Data d'iscrizione : 03.03.11
Età : 42
Località : Toscana

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ah, la scienza, la scienza

Messaggio Da Iaco il Lun 22 Ago 2011 - 11:37

mi compro il CD Laughing
avatar
Iaco

Messaggi : 3870
Data d'iscrizione : 25.02.11
Età : 54
Località : torino

http://www.youtube.com/user/IACOVIK?feature=mhee#p/f

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ah, la scienza, la scienza

Messaggio Da varanasy il Lun 22 Ago 2011 - 13:19

gelese ha scritto:vi state sbizzarrendo...
troppo avanguardisti però, io suggerisco pillole di scienza più concreta. é bello ciò che è più facilmente sperimentabile

http://staibene.libero.it/libero_articolo_cornice.asp?id=226209&newarc=1&AREA=psiche
certo, era fondamentale avere la prova scientifica che
le aree del cervello femminile collegate alle zone erogene sono più o meno le stesse di quello maschile.
e che
Questo significa che i capezzoli possono essere considerati zone erogene
perché collegati a quella parte di cervello che rende erogeni anche i
genitali.
ora che lo so cambierà indubbiamente il mio approccio al problema.....

Twisted Evil
avatar
varanasy

Messaggi : 1553
Data d'iscrizione : 03.03.11
Età : 42
Località : Toscana

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ah, la scienza, la scienza

Messaggio Da telemaco il Sab 24 Set 2011 - 2:16

.......al cern, lo han tenuto segreto per 3 giorni...dall'esperimento, risulterebbe che sia stata superata, la velocità della luce...che era un punto fermo, una certezza, un punto di riferimento

avatar
telemaco

Messaggi : 3913
Data d'iscrizione : 03.05.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ah, la scienza, la scienza

Messaggio Da telemaco il Sab 24 Set 2011 - 2:21

......e allora verrebbe messa in discussione la teoria della relatività di einstein....





c'è chi dice che già i cinesi 5000 anni fà dicevano che tutto è relativo....

ma infatti se la velocità della luce è relativa....

tutto è relativo...



avatar
telemaco

Messaggi : 3913
Data d'iscrizione : 03.05.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ah, la scienza, la scienza

Messaggio Da telemaco il Sab 24 Set 2011 - 2:28

la contestazione che l'epistemologia muove alla scienza, è quella che la scienza non può dare certezze, altrimenti sarebbe religione .

Ergo direbbe l'epistemologia:

nella vita non ci son certezze...



l'unica certezza , è quella che non ci son certezze



appunto...e questa non è una certezza?
avatar
telemaco

Messaggi : 3913
Data d'iscrizione : 03.05.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ah, la scienza, la scienza

Messaggio Da telemaco il Sab 24 Set 2011 - 2:41

....ma sono nel 3d giusto?scratch

...sto facendo filosofia?

....o sto facendo scienza?

.....o misticismo?



...man mano che eintein scoprivala materia, particelle sempre + piccole, lo accusarono di misticismo....bounce



..LA REALTà ERA UN VUOTO DENSO?
avatar
telemaco

Messaggi : 3913
Data d'iscrizione : 03.05.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ah, la scienza, la scienza

Messaggio Da telemaco il Sab 24 Set 2011 - 2:48

.....MA PERchè considerare solo dal punto di vista della materia?

la realtà è fatta anche di vuoto, che poi è non-materia, un pezzo di materia, e un pezzo di non materia...e se la realtà fosse invece dal punto di vista del vuoto e non della materia?....





torna ancora la filosofia....anzi il misticismo....gli orientali concepiscono il vuoto, il nulla....il nirvana infatti è l'estinzione.....cambio....vado al music cafè....



...anzi ho trovato la risposta ....il big bang è queenmillenia!!!!
avatar
telemaco

Messaggi : 3913
Data d'iscrizione : 03.05.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ah, la scienza, la scienza

Messaggio Da Iaco il Sab 24 Set 2011 - 8:46

di relativo c'è solo questo Laughing

avatar
Iaco

Messaggi : 3870
Data d'iscrizione : 25.02.11
Età : 54
Località : torino

http://www.youtube.com/user/IACOVIK?feature=mhee#p/f

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ah, la scienza, la scienza

Messaggio Da Iaco il Sab 24 Set 2011 - 9:36

Battuta la velocità della luce ?

Se la scoperta che i neutrini hanno superato la velocita' della luce sara' confermata, si apre uno scenario nuovo e un momento eccitante per la scienza, e, secondo i fisici "vi sara' spazio per scommesse intellettuali a cui dedicarsi".

La scoperta per la prima volta mette in crisi la Teoria della relativita' ristretta di Einstein. Pubblicata oltre 100 anni fa, nel 1905, questa teoria contiene due affermazioni rivoluzionarie: le leggi fisiche hanno la stessa forma sia nello stato di quiete che in quello di moto uniforme e la velocita' della luce e' la stessa, di 300.000 chilometri al secondo, indipendentemente dal sistema di riferimento, sia che venga emessa da un corpo in quiete che da un corpo in moto uniforme.

Alla velocita' della luce, spiega l'astrofisico Paolo De Bernardis dell'universita' La Sapienza di Roma, si propagano tutti i segnali di tipo elettromagnetico (oltre alla luce, i raggi X, raggi gamma, ultravioletti, infrarossi e microonde) e le onde gravitazionali, le increspature nello spazio tempo previste sempre dalla relativita' di Einstein e generate da eventi cosmici violentissimi come collisioni fra stelle.

Secondo la relativita' ristretta, la velocita' della luce non puo' essere superata ed e' la velocita' di particelle senza massa come le particelle della luce (i fotoni) nel vuoto.

"Non si sa se i neutrini abbiano massa o no - ha osservato Giancarlo Ruocco direttore del Dipartimento di Fisica dell'universita' di Roma La Sapienza - e' ancora in discussione ma se non avessero massa dovrebbero essere veloci come la luce, se avessero massa sarebbero piu' lenti". Finora, ha proseguito l'esperto, non si riteneva possibile arrivare o superare la velocita' della luce. Perche' cio', ha spiegato De Bernardis, richiederebbe o un'energia infinita o di non avere massa, come i fotoni.

"Se la misura sara' confermata - ha proseguito Ruocco - ci vorra' uno sforzo intellettuale per superare la teoria della relativita' ristretta che ovviamente resta valida ma va integrata per i corpi piu' veloci della luce".

"La scoperta e' sconcertante - ha rilevato De Bernardis - sia a livello teorico sia sperimentale ed e' importante che venga confermata da altri esperimenti indipendenti".

E' sconcertante a livello sperimentale perche', ha spiegato l'esperto, negli anni '80 per esempio quando e' stata osservata l'esplosione di una supernova nella Nube di Magellano a 150.000 anni luce da noi, sono stati rivelati anche neutrini alla velocita' della luce.

"Se i neutrini fossero piu' veloci della luce - ha detto - sarebbero arrivati qualche anno prima". Ma in quel caso i neutrini avevano un'energia piu' bassa dei neutrini dell'esperimento Opera.

Se i dati saranno confermati, ha spiegato Ruocco, potrebbe significare anche che i neutrini piu' sono energetici piu' sono veloci, ma e' ancora presto per fare deduzioni". Si potrebbe aprire un momento eccitante per la scienza, ha aggiunto Ruocco, come quello tra la fine dell'800 e gli inizi del '900 e vi potrebbe essere spazio per scommesse intellettuali a cui dedicarsi.

Applausi e domande a Ginevra
Applausi e tante domande ieri all'Auditorium del Cern di Ginevra, dove il ricercatore italiano Dario Auterio ha illustrato e spiegato per quasi due ore i sorprendenti risulati ottenuti sulla velocita' dei neutrini dall'esperimento Opera (che osserva il fascio di neutrini che va dal Cern di Ginevra ai Laboratori del Gran Sasso) davanti ad una sala gremita, interessata ed animata da "un sano scetticismo scientifico".

Al termine di una presentazione su come i neutrini sono risultati piu' veloci della luce - una presentazione durata un'ora ed illustrata da numerose foto, grafici, testi e diagrammi - il primo commento della sala e' spettato al Premio Nobel per la fisica Samuel Ting che ha citato anche il fisico Antonio Zichici, "che per primo nel 1979 lancio' l'idea dei laboratori nazionali del Gran Sasso".

Poi e' giunta la salva di domande per chiedere se proprio tutti i possibili fattori erano stati presi in considerazione. "Il seminario e' stato estremamente interessante. E' stato accolto molto bene, con lunghi applausi", ha osservato Benedetto Gorini, ricercatore al Cern di Ginevra.

"Lo scopo del seminario era quello di confrontarsi con la comunita' scientifica. C'era una sorta di scetticismo, ma di mestiere", e un "po' di scetticismo non inficia in alcuna maniera l'accoglienza della presentazione e del lavoro. Siamo pagati per essere scettici", ha aggiunto Gorini. Dalla presentazione infine "non sono emersi vizi di forma, ma servono complementi di indagini".


aggiungo che si pensa già da molti anni che i Quasar emettono particelle più veloci della luce,sono solo ipotesi ovviamente
avatar
Iaco

Messaggi : 3870
Data d'iscrizione : 25.02.11
Età : 54
Località : torino

http://www.youtube.com/user/IACOVIK?feature=mhee#p/f

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ah, la scienza, la scienza

Messaggio Da telemaco il Sab 24 Set 2011 - 13:22

Iaco ha scritto:Battuta la velocità della luce ?

Se la scoperta che i neutrini hanno superato la velocita' della luce sara' confermata, si apre uno scenario nuovo e un momento eccitante per la scienza, e, secondo i fisici "vi sara' spazio per scommesse intellettuali a cui dedicarsi".

La scoperta per la prima volta mette in crisi la Teoria della relativita' ristretta di Einstein. Pubblicata oltre 100 anni fa, nel 1905, questa teoria contiene due affermazioni rivoluzionarie: le leggi fisiche hanno la stessa forma sia nello stato di quiete che in quello di moto uniforme e la velocita' della luce e' la stessa, di 300.000 chilometri al secondo, indipendentemente dal sistema di riferimento, sia che venga emessa da un corpo in quiete che da un corpo in moto uniforme.

Alla velocita' della luce, spiega l'astrofisico Paolo De Bernardis dell'universita' La Sapienza di Roma, si propagano tutti i segnali di tipo elettromagnetico (oltre alla luce, i raggi X, raggi gamma, ultravioletti, infrarossi e microonde) e le onde gravitazionali, le increspature nello spazio tempo previste sempre dalla relativita' di Einstein e generate da eventi cosmici violentissimi come collisioni fra stelle.

Secondo la relativita' ristretta, la velocita' della luce non puo' essere superata ed e' la velocita' di particelle senza massa come le particelle della luce (i fotoni) nel vuoto.

"Non si sa se i neutrini abbiano massa o no - ha osservato Giancarlo Ruocco direttore del Dipartimento di Fisica dell'universita' di Roma La Sapienza - e' ancora in discussione ma se non avessero massa dovrebbero essere veloci come la luce, se avessero massa sarebbero piu' lenti". Finora, ha proseguito l'esperto, non si riteneva possibile arrivare o superare la velocita' della luce. Perche' cio', ha spiegato De Bernardis, richiederebbe o un'energia infinita o di non avere massa, come i fotoni.

"Se la misura sara' confermata - ha proseguito Ruocco - ci vorra' uno sforzo intellettuale per superare la teoria della relativita' ristretta che ovviamente resta valida ma va integrata per i corpi piu' veloci della luce".

"La scoperta e' sconcertante - ha rilevato De Bernardis - sia a livello teorico sia sperimentale ed e' importante che venga confermata da altri esperimenti indipendenti".

E' sconcertante a livello sperimentale perche', ha spiegato l'esperto, negli anni '80 per esempio quando e' stata osservata l'esplosione di una supernova nella Nube di Magellano a 150.000 anni luce da noi, sono stati rivelati anche neutrini alla velocita' della luce.

"Se i neutrini fossero piu' veloci della luce - ha detto - sarebbero arrivati qualche anno prima". Ma in quel caso i neutrini avevano un'energia piu' bassa dei neutrini dell'esperimento Opera.

Se i dati saranno confermati, ha spiegato Ruocco, potrebbe significare anche che i neutrini piu' sono energetici piu' sono veloci, ma e' ancora presto per fare deduzioni". Si potrebbe aprire un momento eccitante per la scienza, ha aggiunto Ruocco, come quello tra la fine dell'800 e gli inizi del '900 e vi potrebbe essere spazio per scommesse intellettuali a cui dedicarsi.

Applausi e domande a Ginevra
Applausi e tante domande ieri all'Auditorium del Cern di Ginevra, dove il ricercatore italiano Dario Auterio ha illustrato e spiegato per quasi due ore i sorprendenti risulati ottenuti sulla velocita' dei neutrini dall'esperimento Opera (che osserva il fascio di neutrini che va dal Cern di Ginevra ai Laboratori del Gran Sasso) davanti ad una sala gremita, interessata ed animata da "un sano scetticismo scientifico".

Al termine di una presentazione su come i neutrini sono risultati piu' veloci della luce - una presentazione durata un'ora ed illustrata da numerose foto, grafici, testi e diagrammi - il primo commento della sala e' spettato al Premio Nobel per la fisica Samuel Ting che ha citato anche il fisico Antonio Zichici, "che per primo nel 1979 lancio' l'idea dei laboratori nazionali del Gran Sasso".

Poi e' giunta la salva di domande per chiedere se proprio tutti i possibili fattori erano stati presi in considerazione. "Il seminario e' stato estremamente interessante. E' stato accolto molto bene, con lunghi applausi", ha osservato Benedetto Gorini, ricercatore al Cern di Ginevra.

"Lo scopo del seminario era quello di confrontarsi con la comunita' scientifica. C'era una sorta di scetticismo, ma di mestiere", e un "po' di scetticismo non inficia in alcuna maniera l'accoglienza della presentazione e del lavoro. Siamo pagati per essere scettici", ha aggiunto Gorini. Dalla presentazione infine "non sono emersi vizi di forma, ma servono complementi di indagini".


aggiungo che si pensa già da molti anni che i Quasar emettono particelle più veloci della luce,sono solo ipotesi ovviamente







.....SIAMO ESSERE....O ESSERE-IN-DIVENIRE?



..ciò farebbe pensare, la seconda ipotesi...ma anche se tutto scorre, e tutto cambia....cambia sempre allostesso modo...
avatar
telemaco

Messaggi : 3913
Data d'iscrizione : 03.05.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ah, la scienza, la scienza

Messaggio Da telemaco il Sab 24 Set 2011 - 13:23

....l'altra mia teoria è che sia "l'infinito" ad essere contenuto nel "finito"....e non vice versa
avatar
telemaco

Messaggi : 3913
Data d'iscrizione : 03.05.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ah, la scienza, la scienza

Messaggio Da mariomorelli il Sab 24 Set 2011 - 20:01

telemaco ha scritto:....l'altra mia teoria è che sia "l'infinito" ad essere contenuto nel "finito"....e non vice versa


Caro Tele il concetto d’infinito è tautologicamente insito nell’espansione del proprio pensiero. La valenza del concepire il superamento delle barriere immaginifiche, come risultanti delle convinzioni religiose o cognitive, è atavica prerogativa dell’uomo che interroga se stesso, nella speranza di giungere al punto d’intersezione della conoscenza, determinato dalle traiettorie mentali della ricerca e della fede, nelle loro molteplici varianti.
avatar
mariomorelli

Messaggi : 1596
Data d'iscrizione : 30.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Curiosità World

Messaggio Da Iaco il Lun 10 Ott 2011 - 12:23

Giappone, alimentazione alternativa per la due ruote
Un produttore di sanitari nipponico ha fuso una toilette con una motocicletta. Il veicolo è alimentato a biogas prodotto da escrementi, e sta per partire per un tour della nazione

Si chiama "Toilet Bike Neo" ed è l'ultima, bizzarra trovata di TOTO, il maggiore produttore di sanitari del Sol Levante. Neo è uno strano connubio tra una moto a tre ruote e una toilette, alimentata a biogas estratto direttamente dagli escrementi umani, idealmente quelli dello stesso guidatore del mezzo.

Quando non impegnato a sviluppare il "carburante" per la moto, il guidatore siede sulla toilette posta a mo' di sedile: una trovata di sicuro effetto, ma che lascia sbigottiti gli osservatori.

Non bastasse il peculiare sistema propulsivo, Toilet Bike Neo è anche dotata di altre funzioni fuori dal comune come la capacità di suonare musica, di parlare - una funzionalità già introdotta da TOTO in molte delle sue nuove toilette - e di proiettare messaggi nell'aria sfruttando un sistema laser.




avatar
Iaco

Messaggi : 3870
Data d'iscrizione : 25.02.11
Età : 54
Località : torino

http://www.youtube.com/user/IACOVIK?feature=mhee#p/f

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ah, la scienza, la scienza

Messaggio Da telemaco il Ven 28 Ott 2011 - 21:57



...per gelese ciaociao
avatar
telemaco

Messaggi : 3913
Data d'iscrizione : 03.05.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ah, la scienza, la scienza

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 5 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum